Architettura

Le Stanze Possibili

LE STANZE POSSIBILI

Le indicazioni di Bando, promosso dall’Ente Fiera di Genova “Le stanze possibili”(1996), individuano una tipologia di camera di cui vengono richieste le soluzioni d’arredo, illuminazione e finiture per un’ipotetica cellula d’albergo con bagno, delle dimensioni interne di metri 3,40×8,00.

La cellula di camera è ipotizzata all’interno di una struttura ricettiva classificabile a 3 stelle, con distribuzione orizzontale a corridoio centrale, rivolta in particolare ad un turismo di lavoro e collocata in una zona residenziale di una media città italiana.

Ipotesi progettuale

La tipologia richiesta dal bando di concorso, viste le dimensioni, entro cui articolare la proposta progettuale, sono sufficienti per alloggiare un terzo letto, dove ricavare una zona di confort con una chiusura mobile, con la quale separare i momenti di riposo da quelli di lavoro.

La soluzione progettuale individuata dalla camera di progetto sono state studiate ricercando la flessibilità degli spazi, la possibilità di usi diversi o secondo le richieste della clientela.

La camera è stata pensata per una ricettività fino a tre persone. Lo spazio principale con due posti letto, utilizzabili singolarmente o a letto doppio e una zona interconnessa tramite una tenda apribile a scorrere a controsoffitto, che divide visivamente gli spazi e dove trova posto una poltrona letto, che può diventare il terzo letto.

Gli impianti trovano alloggiamento nel controsoffitto, collegati al vano bagno.

Questa sistemazione interna permette un utilizzo da parte di un turismo di lavoro, per due persone non accoppiate, per famiglie di tre componenti, con la possibilità di una relativa privacy.